Progetto di ricerca e di attività per la diffusione dell'apprendimento pratico della musica a scuola

L’ I.C. “A. M. Ricci” di Rieti è la scuola ideatrice del progetto “In…. Accordo”, finanziato con bando pubblico  MIUR – D.D. 1137 del 30 ottobre 2015 “Promozione della cultura musicale a scuola”.

Esso prevede la realizzazione di:

  • Laboratori territoriali formativi per alunni e docenti
  • Attività di ricerca dal titolo “Crescita educativa e culturale nella scuola secondaria di primo grado: Il ruolo della musica d’insieme nell’educazione alla convivenza e alle relazioni di fiducia, cooperazione e reciprocità”, in collaborazione con l’università degli studi Tor Vergata di Roma
  • Organizzazione di un convegno-seminario a carattere nazionale che avrà luogo a Roma il 7 e 8 aprile 2017
  • Organizzazione di concerti denominati “ artisti a scuola” con la collaborazione di musicisti di chiara fama

Oltre all’I.C. “A. M. Ricci” di Rieti sono risultate vincitrici del medesimo bando, anche l’I.C. “Falcomatà – Archi” di Reggio Calabria, l’I.C. “Sanvitale Fra Salimbene” Parma e l’Educandato Statale “San Benedetto” Montagnana (PD) ed insieme al Comitato Nazionale per l’Apprendimento Pratico della Musica per tutti gli studenti – CNAPM, presieduto dal Prof. Luigi Berlinguer e coordinato da Annalisa Spadolini, hanno convenuto di unire le loro forze per progettare insieme percorsi ed attività didattiche, di ricerca e di formazione, riguardanti l’apprendimento della musica e l’implementazione della pratica musicale, dando così una rilevanza nazionale all’intero progetto.

Ciascuna scuola svolgerà anche autonomamente attività specifiche e ha programmato l'organizzazione di 4 convegni nazionali in diversi periodi dell'anno con diversi argomenti, proprio per offrire al più ampio numero di docenti la possibilità di parteciparvi.

L'I. C. “A. M. Ricci” organizzerà il proprio convegno a Roma nei giorni 7 e 8 aprile 2017  e sarà quello conclusivo e quindi di rilievo, con relatori di fama internazionale. E’ prevista inoltre una serie di concerti denominati “artisti a scuola”, in collaborazione con artisti e musicisti di chiara fama, dedicati non solo ai ragazzi ma anche a genitori e docenti. Una forma particolare di concerto sarà “il concerto interattivo”, un nuovo modello di esecuzione musicale, declinato in rapporto alle diverse fasi del processo di apprendimento degli alunni, centrato sui reali interessi di bambini e ragazzi e mirato allo sviluppo dei quattro settori della competenza musicale: percezione, comprensione, esecuzione, invenzione. Numerosi inoltre i laboratori territoriali, che prevedranno la formazione dei docenti, divenuta ora obbligatoria, per almeno 40 ore ciascuno sulle seguenti tematiche: 

  • La Corporeità: la priorità del corpo nell’esperienza ritmica ed espressiva;  La Vocalità ed il canto: sviluppo dell’orecchio musicale e della comunicazione interindividuale attraverso il canto.
  • Il Coro scenico: la voce, il movimento, lo spazio.
  • La Pratica dello strumento musicale e la musica d’insieme: l’attività musicale collettiva come contributo per la formazione complessiva della persona, per la sua socializzazione e per lo sviluppo delle sue capacità intellettive ed emotive.

Scarica e stampa il depliant del progetto

Attività e materiali

Sign in to your account